COS'È IL MARMO E PERCHÉ SCEGLIERLO

10/6/2014

Come classifichiamo il grande mercato del settore lapideo?

Esistono tre mercati differenti appartenenti a questo settore: si passa dal mercato del marmo grezzo a quello dei lavorati, fino alla commercializzazione delle macchine e tecnologie apposite.
Per intenderci, la nostra azienda rientra nel secondo mercato di riferimento, comprendendo prodotti marmorei finiti e semi-finiti destinati ai settori dell'edilizia, funerario e oggettistico (piani cucina, caminetti, tavolini ecc..).

Cercando su un qualsiasi dizionario di italiano possiamo trovare una pratica e chiara definizione di marmo: "roccia calcarea metamorfica composta prevalentemente da carbonato di calcio cristallizzato, utilizzato soprattutto come rivestimento di pregio".

Per le sue caratteristiche di bellezza e resistenza è senza dubbio la pietra naturale più conosciuta e apprezzata fin dall'antichità (si pensi alle gloriose statue o edifici marmorei che spiccano nelle principali città italiane).
Il suo colore candido e le sue venature naturali ma sobrie allo stesso tempo, conferiscono grande valore e pregio al marmo, usato principalmente per pavimentazioni e rivestimenti di scale, piani da cucina e bagno.
Il basso impiego nelle abitazioni trova la sua spiegazione nelle caratteristiche fisiche del marmo in quanto risulta piuttosto delicato, poroso, difficile da pulire e non resistente a graffi e macchie. Di contro però possiamo identificare l'elevata durabilità nel tempo, gradevole esteticamente, resistente a urti e abrasioni.

Scegliere una superficie in marmo vuol dire prediligere un ambiente moderno e sofisticato, ma allo stesso tempo avere la consapevolezza di una costante cura e manutenzione (poco adatto per esempio, in una casa in cui vivono bambini).
Ovviamente in base alla provenienza, aspetto e colore il marmo viene poi classificato in differenti tipologie, potete scoprire il nostro catalogo cliccando qui.